JUGOSLAVIA: CONTINUANO LE PROTESTE CONTRO MILOSEVIC
JUGOSLAVIA: CONTINUANO LE PROTESTE CONTRO MILOSEVIC

Belgrado, 26 nov. -(Adnkronos/Dpa)- Proteste di massa sono continuate nella giornata di oggi in tutta la Serbia contro il presidente Slobodan Milosevic e la decisione delle autorita' socialiste di annullare la vittoria delle opposizioni nelle elezioni amministrative tenutesi lo scorso 17 novembre a Belgrado ed in altre 40 citta' del Paese. Piu' di 15mila persone hanno dimostrato pacificamente davanti all'ambasciata statunitense a Belgrado, mentre gli universitari hanno scioperato in segno di solidarieta'. Numerose altre manifestazioni sono avvenute sempre a Belgrado, Kragujevac e Nis. L'alleanza delle forze di opposizione ''Zajedno'' ha annunciato che boicottera' il nuovo ballottaggio che la Corte Suprema ha fissato per mercoledi'.

Zoran Djindjic, presidente del Partito Democratico, uno dei componenti dell'alleanza Zajedno, ha dichiarato che ''per quanto ci riguarda le elezioni sono finite il 17 novembre e domandiamo che i risultati elettorali siano confermati''. Zajedno ha reso noto che, con la decisione delle autorita', la coalizione delle opposizioni e' stata privata di 43 dei 70 seggi vinti, su 110, del consiglio comunale di Belgrado. Durante la marcia di protesta, gli studenti hanno lanciato uova contro le sedi della televisione pubblica e del quotidiano filogovernativo ''Politika''.

(Ven/Zn/Adnkronos)