OBBLIGAZIONI ZAR: 50 ANNI DOPO ACCORDO TRA MOSCA E PARIGI
OBBLIGAZIONI ZAR: 50 ANNI DOPO ACCORDO TRA MOSCA E PARIGI

Parigi, 26 nov (Adnkronos/Dpa)- Si chiude dopo decenni di polemiche la ''querelle'' tra Parigi e Mosca riguardante le obbligazioni emesse dal governo russo a favore degli investitori francesi prima della rivoluzione russa del 1917. Secondo i termini dell'accordo, a chiarito il primo ministro francese Alain Juppe dopo l'incontro con il premier russo Viktor Chernomyrdin, coloro ancora in possesso delle obbligazioni del governo zarista riceveranno un risarcimento pari a 400 milioni di dollari, 600 miliardi di lire.

Dal 1880 al 1917, il governo russo aveva emesso obbligazioni ad un totale di 1,6 milioni di investitori: attualmente in Francia sono 400mila le persone che ancora posseggono circa quattro milioni di queste cedole. Dopo la rivoluzione bolscevica, che segno' la fine dello zarismo, il governo sovietico rifiuto' di onorare i debiti con l'estero contratti dal deposto regime.

(Neb/Zn/Adnkronos)