USA: SI DIMETTE KESSLER, CAPO DELLA FDA
USA: SI DIMETTE KESSLER, CAPO DELLA FDA

Washington, 26 nov. (Adnkronos/Shn/Dpa) - Un nuovo annuncio di dimissioni nella seconda amministrazione di Bill Clinton. Il ''nemico numero uno'' dei signori del tabacco, David Kessler, ha dichiarato di non avere intenzione di rimanere a capo della ''Food and drug administration'' (Fda) durante il secondo mandato del Presidente democratico. Il suo annuncio si aggiunge alle defezioni all'interno del governo, dove sette segretari su 14 hanno annunciato le dimisisoni o la volonta' di lasciare al piu' presto l'incarico. Uno dei pochi repubblicani dell'amministrazione Clinton, Kessler e' stato, nei sei anni in cui ha guidato l'agenzia federale preposta al controllo degli alimenti e dei medicinali, il vero regista dell'attuazione di misure piu' severe contro il fumo e la produzione di sigarette.

Ma a far conquistare al 45enne pediatra ed avvocato l'odio dell'intero ''partito del tabacco'', fuori e dentro il Congresso, e' stata la sua campagna per far dichiarare la nicotina una droga, e cosi' dare all'agenzia vasti poteri per il controllo del suo consumo. Un suggerimento che Bill Clinton ha accolto il 23 agosto scorso, rilanciando una serie di nuove limitazioni alla vendita e alla pubblicita' delle sigarette.

Queste misure sono tese principalmente a impedire il consumo di nicotina da parte dei minori e comprendono, fra l'altro, il controllo dell'eta' dell'acquirente, il divieto dei distributori automatici di sigarette e della pubblicita' di tabacco in prossimita' di scuole e campi da gioco. Alle grandi compagnie del tabacco dovra' essere vietata anche la ''sponsorizzazione'' di eventi sportivi e di vari gadget. (segue)

(Men/Gs/Adnkronos)