CSM: ANCORA UNO STOP PER NOMINA PINTUS PG CORTE APPELLO MILANO
CSM: ANCORA UNO STOP PER NOMINA PINTUS PG CORTE APPELLO MILANO

Roma, 11 dic. -(Adnkronos)- Nuovo stop alla nomina di Francesco Pintus alla guida della Procura generale presso la Corte d'Appello di Milano. Con 16 voti favorevoli, due contrari e 10 astensioni, il plenum del Consiglio superiore della magistratura ha infatti deciso di rinviare la pratica in commissione Direttivi perche ''viziata'' dal punto di vista tecnico-amministrativo.

A sollevare la questione e' stato il consigliere Marco Pivetti (Md): nel formulare la proposta, ha fatto rilevare, la Commissione non ha tenuto conto della delibera del Tar del Lazio che ha dichiarato illegittima la circolare del Consiglio nella parte in cui stabilisce che i tre anni di permanenza che il magistrato deve assicurare nell'ufficio direttivo a cui viene assegnato siano un ''requisito di legittimazione'', di cui cioe' non si puo' fare a meno nella valutazione del candidato. Le modifiche introdotte dal Csm in quella circolare stabiliscono infatti che si tratta di un ''requisito di idoneita''', non piu' tassativo. Non aver tenuto conto della delibera e della successiva modifica della circolare -ha osservato ancora Pivetti- ha portato ad escludere due candidati, Umberto Loi e Giacomo Piazza, i quali ora potrebbero rientrare in corsa.

Al termine della discussione, il vicepresidente Carlo Federico Grosso ha ''formalmente urgentato'' la pratica, che gia' domani verra' inserita all'ordine del giorno dei lavori della Commissione. ''Ritengo doveroso stabilire l'assoluta urgentazione della pratica -ha detto Grosso, chiarendo di non voler 'rimproverare nessuno'-. Ritardi di questo tipo non dovrebbero avvenire, soprattutto per quel che riguarda la copertura di incarichi direttivi. I posti -ha ammonito- non possono restare vacanti, anche quando si tratta di semplici magistrati''.

(Arc/Pn/Adnkronos)