DI PIETRO: D'ANTONIO, CICALA VOLEVA LAVORI DA 100 MLN (2)
DI PIETRO: D'ANTONIO, CICALA VOLEVA LAVORI DA 100 MLN (2)

(Adnkronos) - La vicenda arrivata a conoscenza di Di Pietro ''ha provocato i noti dissapori con il dottor Cicala, tenuti nel dovuto riserbo -scrive- perche', ovviamente, il ministero non ci faceva una bella figura''.

La D'Antonio cita anche altri ''fatti minuti ma significativi'' e ricorda ''la lettera degli addetti alla portineria di Porta Pia, con la quale questi lavoratori rassegnavano le 'anomale' richieste e le conseguenti vibranti proteste della moglie del dottor Cicala di poter utilizzare gli addetti alla portineria come 'posteggiatori' del proprio automezzo, peraltro non autorizzato, nella autorimessa del ministero''.

''Del resto -conclude la D'Antonio- proprio in relazione alle anomale richieste del dottor Cicala di fornire alla propria moglie ed al proprio figlio l'autorizzazione al posteggio nella rimessa del Ministero si erano verificate altre frizioni''.

(Red/Zn/Adnkronos)