ITALIANI ALL'ESTERO: TREMAGLIA, GRAZIE A DINI PER PROMESSA VOTO
ITALIANI ALL'ESTERO: TREMAGLIA, GRAZIE A DINI PER PROMESSA VOTO

Milano, 11 dic. -(Adnkronos)- ''Mai nessun governo e' sceso in campo nemmeno con un suo progetto di legge ma devo dire grazie al Ministro degli Esteri Dini che ha promesso che entro questa legislatura sara' esercitato il diritto di voto dei nostri connazionali all'estero con un atto concreto''. Il presidente della Commissione Italiani all'estero, Mirko Tremaglia ha voluto cosi' sottolineare l'esigenza primaria dei nostri connazionali nel suo intervento alla conferenza mondiale per una politica dell'informazione italiana all'estero.

''Devo ringraziare ancora Dini -ha aggiunto Tremaglia- perche' ha ricordato che 5 mln di cittadini italiani hanno ricevuto nel mondo stima e ammirazione per il contributo dato ma e' stata loro negata per decenni la possibilita' di partecipare attivamente alla politica del nostro Paese. E' pero' finita, o meglio deve finire, un'epoca di tristezza, di amarezza, di sofferenze, di delusioni ed anche di dolore''.

Tremaglia nel corso del suo intervento ha ricordato come si sia arrivati in passato ''al punto di cancellare dallo Stato civile milioni di cittadini che amavano la loro terra e la loro Patria e solo nell'88, grazie ad una legge da me presentata, siamo riusciti a riportarli nelle nostre liste elettorali''.

Per quanto riguarda il tema centrale di questa conferenza, 'L'informazione degli italiani nel mondo', Tremaglia ha ricordato che questa ''e' una grande sfida perche' i nostri connazionali devono essere messi nelle condizioni di conoscere e capire i problemi del loro Paese. Dobbiamo pero' dare maggiore informazione attraverso la radio, la televisione, la stampa ma anche fare vedere in Italia -ha concluso- cosa avviene nel mondo, come lavora la nostra gente nel mondo''.

(Ros/Zn/Adnkronos)