TV: CDA, RAI, EMENDAMENTO IMPEDISCE AUTONOMIA GESTIONE
TV: CDA, RAI, EMENDAMENTO IMPEDISCE AUTONOMIA GESTIONE

Roma, 11 dic. -(Adnkronos)- Il Consiglio di amministrazione della Rai, riunito per la seduta odierna, presa visione dell'emendamento proposto al disegno di legge concernente ''disposizioni urgenti per l'esercizio dell'attivita' radiotelevisiva, ha sospeso l'esame dell'ordine del giorno per valutarne le ''gravi conseguenze sulla vita aziendale''.

Il Cda in una notaa denuncia che, nella sua attuale formulazione, l'emendamento: altera profondamente la natura di societa' per azioni dell'azienda impedendo l'autonomia di gestione attravrso la previsione sistematica di pareri obbligatori da parte di un organo parlamentare.

L'emendamento impedisce ''lo sviluppo della Rai nei settori delle nuove tecnologie di comunicazione, dalla pay tv alla pay per view all'erogazione di servizi multimediali, escludendo il servizio pubblico dal nuovo mercato nazionale e internazionale e penalizzandolo fortemente rispetto ai concorrenti''. Infine ''stravolge il ruolo del consiglio di amministrazione, quello della direzione generale, quello dell'azionista, trasformando -caso unico nelle moderne legislazioni- la commissione parlamentare da organo di indirizzo e vigilanza a organo che interviene in singoli atti di gestione''.

(Red/Pn/Adnkronos)