TV: PDS A PRODI, NON TOGLIEREMO CASTAGNE DA FUOCO AL GOVERNO
TV: PDS A PRODI, NON TOGLIEREMO CASTAGNE DA FUOCO AL GOVERNO
VELINA ROSSA IN ''EDIZIONE STRAORDINARIA''

Roma, 11 dic. -(Adnkronos)- Non era mai successo prima: la 'velina rossa', fin dal 1980 voce ufficiosa e talvolta 'non ortodossa' di Botteghe Oscure, e' uscita oggi in ''edizione straordinaria'', diffusa in sala stampa a Montecitorio non soltanto agli abbonati, per dare voce al malumore del Pds sull'accordo sull'emittenza. Una pagina fitta fitta in prima mattinata per mettere in chiaro, che ''il Pds e' il partito di maggioranza della coalizione, non il partito che impone l'inciucio per tutti gli accordi di governo'' e precisare che e' il governo a dover proporre e mediare per raggiungere gli accordi.

La velina redatta da Pasquale Laurito riferisce, tra virgolette, il senso della riunione dell'esecutivo di ieri: ''Siamo un esercito disciplinato, pronto a votare ogni decisione e proposta di legge avanzata dal presidente del Consiglio. Spetta a lui convincere tutti gli alleati sulla giustezza delle sue proposte. Non ci puo' essere una disparita' di comportamenti all'interno della maggioranza. Non si possono addebitare ad altri iniziative non gradite a tutti i partner. L'esecutivo ha il compito ed il dovere di iniziativa politica e programmatica e non puo' pretendere che qualcuno si sostituisca a lui per risolvere il problema o togliere le castagne dal fuoco''.

''Ora -prosegue la 'velina rossa'- e' compito del presidente Prodi convincere gli alleati di governo ad essere compatti anche in questa occasione, proprio per allontanare ogni sospetto di accordi sotterranei tra alcuni partiti del Polo e il partito di maggioranza dell'Ulivo. il segretario del Pds non ha alcun interesse ne' ad oscurare le televisioni private, ne' a far proseguire i porgrammi. Si tratta di una responsabilita' del governo per arrivare ad accordi generalizzati sulla situazione parlamentare. Non tutti gli uomini politici sono presi dalla mania della televisione. Qualche volta, anche a loro e' necessario perdere qualche ora nella lettura dei libri''.

L'iniziativa di Laurito ha provocato ''stupore'' a Botteghe Oscure. Nessun commento dal segretario del Pds Massimo D'Alema giunto a Montecitorio per il voto per l'elezione del giudice della Consulta. Tuttavia, i suoi piu' stretti collaboratori, osservano che ''la velina rossa raccoglie oggi degli umori esistenti nel Pds''.

(Cor/Pn/Adnkronos)