DI PIETRO: BORRELLI, ''NON HO ATTACCATO L'EX PM'' (2)
DI PIETRO: BORRELLI, ''NON HO ATTACCATO L'EX PM'' (2)

(Adnkronos) - ''Il pool di Mani Pulite continua a lavorare perche' abbiamo una profonda e inalterabile tranquillita' d'animo. Certo e' che il pullulare di indagini nei nostri confronti ci fa perdere tempo, e questo e' forse l'obbiettivo di chi ci rovescia addosso indagini e sovente calunnie''. Francesco Saverio Borrelli, dopo aver rinnovato la sua solidarieta' ad Antonio Di Pietro, fa quadrato attorno ai sostituti di Tantengopoli . Quanto alla deposizione resa ieri a Brescia da Silvio Berlusconi Borrelli ha detto: ''innanzitutto non dimentichiamo che Berlusconi non e' stato sentito come teste ma come persona indagata di reato connesso. Mi auguro quindi che abbia detto la verita'''.

Quanto alle cose agghiaccianti preannunciate dal leader di Forza Italia, il procuratore di Milano non sa che dire: ''Registro solo -afferma Borrelli- che gia' i giornali di oggi hanno provveduto a 'rialzare la temperatura'. Da quanto ho letto pero' mi paiono osservazioni critiche sull'operato del pool''. Un'ultima battuta il capo di Mani Pulite la riserva alla lettera consegnata da Di Pietro al procuratore Giancarlo Tarquini nella tarda mattinata di ieri. Nella missiva l'ex pm osservava che gli inquirenti bresciani danno piu' spazio alle accuse che alle difese. ''E' un dato oggettivo -riflette oggi Borrelli- che si e' scatenata una persecuzione contro Di Pietro non sappiamo ancora se contro di lui come persona o attraverso lui per colpire il nostro lavoro''.

(Cri/Gs/Adnkronos)