NATALE: MILANO TRA LE MENO SPENDACCIONE PER I REGALI
NATALE: MILANO TRA LE MENO SPENDACCIONE PER I REGALI
E PIU' CITTADINI RIMANGONO IN CITTA'

Milano, 20 dic. (Adnkronos) - Un Natale sempre piu' in economia quello che si prospetta per i milanesi. Secondo un'indagine che l'Osservatorio di Milano -organismo della Camera di Commercio locale- ha svolto quest'anno in ben 10 citta' italiane (verra' presentato lunedi' a Roma) la citta' di Milano e' tra le meno ''spendaccione'' sui regali per Natale.

E a conferma del clima di incertezza economica che regna anche nella capitale lombarda, quest'anno sono molti di piu' i milanesi che rimarranno in citta' rinunciando a muoversi per le feste. Se l'anno scorso furono in 740 mila a lasciare la citta', quest'anno, calcola l'Osservatorio, sono 600 mila le persone che si muoveranno almeno per un giorno. Di queste circa 300 mila, sostiene l'Osservatorio usufruiranno del primo ponte dal 21 al 27 dicembre; gli altri 300 mila faranno le vacanze dal 26 al 2 gennaio e per i piu' fortunati dal 26 a dopo l'Epifania (questo il ponte preferito per i viaggi).

Di chi lascia la citta', il 48 p.c. si rechera' nella seconda casa o da parenti e amici (con un incremento del 5 p.c. rispetto all'anno precedente), il 32,5 p.c. fara' vacanze in Italia e il 19,5 all'estero. Il mezzo di trasporto maggiormente utilizzato da chi parte sara' l'auto, con 55 p.c. delle presenze, il 30 p.c. dei vacanzieri viaggeranno in treno, il 15 p.c. in aereo.

Le mete preferite, dice l'Osservatorio, che si e' avvalso della collaborazione della Fiavet, sono per quanto riguarda l'Italia le citta' d'arte: Roma, Firenze, Venezia. Per le capitali europee aumentano i viaggi dove il cambio e' favorevole alla lira, come Praga, Madrid, Lisbona e diminuiscono invece le mete dove il cambio ci sfavorisce come Inghilterra, Germania e Stati Uniti. Nelle localita' balneari continua il tradizionale flusso verso il Mar Rosso e i Caraibi con Cuba in testa.

(Bdp/Gs/Adnkronos)