RICETTE MEDICHE: ARMAROLI (AN), VIOLANO LA PRIVACY
RICETTE MEDICHE: ARMAROLI (AN), VIOLANO LA PRIVACY

Roma, 20 dic. (Adnkronos) - I vari controlli sulle ricette mediche costituiscono una violazione della privacy. Lo afferma Paolo Armaroli costituzionalista e capogruppo di An in commissione affari costituzionali della Camera che ha presentato un'interrogazione al ministro della Sanita'.

Armaroli chiede al ministro di intervenire ''sulla procedura di contabilizzazione delle ricette che costituisce, al momento, una violazione della privacy e della riservatezza personale. Attualmente, infatti, le farmacie, alla fine di ogni mese, consegnano le ricette all'Asl accompagnandole da una distinta riepilogativa sulla base della quale viene liquidato l'importo richiesto con riserva di controllo delle ricette''.

''Successivamente - dice Armaroli - l'Asl affida ad aziende esterne il compito del controllo e della contabilizzazione delle ricette, trasferendo in questo modo ad estranei documenti (le ricette) che contengono dati personali riguardanti singoli cittadini ed in particolare la loro salute e che possono, attraverso l'elaborazione dei dati, formare una banca risalendo alle patologie delle persone. Questa procedura risulta una violazione dei diritti del cittadino a maggior ragione dopo l'approvazione della 'legge sulla tutela delle persone e di altri soggetti'''.

(Ria/Pe/Adnkronos)