DISABILI: TURCO, NUOVI CRITERI PER DEFINIRE L'INVALIDITA'
DISABILI: TURCO, NUOVI CRITERI PER DEFINIRE L'INVALIDITA'
(RIF.N.100)

Roma, 20 dic. (Adnkronos) - ''Studiamo nuovi criteri per definire l'invalidita', piuttosto che fare campagne astratte contro i falsi invalidi che servono solo a lasciare la questione avvolta nelle nebbie''. E' questo il messaggio portato dal ministro per la Solidarieta' sociale Livia Turco al convegno su ''Una legislatura per l'handicap'' organizzato dal gruppo parlamentare della Sinistra Democratica al centro congressi Frentani. ''Sollecitero' i ministeri interessati (Pubblica Istruzione, Sanita', Lavoro) le Regioni e i Comuni ad osservare e applicare le leggi esistenti e le potenzialita' attualmente in larga parte rimaste inevase -ha promesso la Turco- priorita' andra' data agli interventi e agli aiuti personali e familiari in favore dei portatori di gravi handicap''.

Il ministro ha citato, tra le questioni ancora aperte, l'integrazione al minimo delle pensioni, le agevolazioni fiscali e l'abbattimento delle barriere architettoniche. Inoltre, entro gennaio, sara' attivata la Consulta permanente delle associazioni del settore affinche' trovino una sede unitaria per rappresentare e comporre eventuali divergenze.

Per la Turco occorre ''rompere definitivamente il confine tra la disabilita' e la cosiddetta normalita', puntando soprattutto sul grado di autonomia della singola persona, che deve restare sovrana sulla propria vita. Dobbiamo orientare gli interventi sociali in questa direzione, per costruire un progetto attivo di vita che utilizzi tutte le risorse umane personali esistenti''. Ma per far cio', il ministro ha sottolineato come si debba ''ricreare un clima anche culturale di attenzione ai problemi della disabilita'; perche' se nella societa' non cresce la sensibilita', governo e Parlamento non potranno fare grossi passi in avanti''.

(Bon/Zn/Adnkronos)