FINANZIAMENTO PARTITI: LA CAMERA APPROVA LA NUOVA LEGGE (2)
FINANZIAMENTO PARTITI: LA CAMERA APPROVA LA NUOVA LEGGE (2)
VERDI E RETE SI ASTENGONO, MOLTI I VOTI IN DISSENSO

(Adnkronos) - A favore della nuova legge hanno votato Pds, Ppi, Fi, Ccd-Cdu, An, Lega Nord, Rinnovamento italiano, Prc; si sono astenuti Verdi e Rete. Alcuni deputati si sono epressi in dissenso dai propri gruppi. In Forza Italia hanno votato contro Tiziana Parenti, Giuseppe Rossetto e Marco Taradash, secondo il quale ''con questa legge si va a ricostruire il sistema partitocratico cancellato prima dai cittadini con un referendum e poi dai magistrati''. Mentre Marianna Li Calzi si e' astenuta, denunciando ''uno scambio di favori con la Lega: il voto al Giubileo in cambio della legge sul finanziamento dei partiti''.

Nella maggioranza, hanno votato contro il Verde Alfonso Pecoraro Scanio, perche' ''la nuova legge e' in contrasto con il dettato referendario del 93, perche' di fatto introduce un finanziamento di Stato ai partiti politici''; e l'esponente di Rinnovamento italiano Giuseppe Bicocchi. Sempre nelle file di Ri si e' astenuto Natale D'Amico, mentre Federico Orlando, della Sinistra democratica, ha abbandonato l'aula e non ha partecipato ne' alla discussione generale ne' alle varie votazioni, contestando la decisone di restringere i tempi del dibattito.

Sull'ordine del giorno sulla depenalizzazione, invece, hanno votato a favore Polo e Ulivo, contro Rifondazione comunista, Verdi e Rete e alcuni deputati a titolo personale, come Elio Veltri, il coordinatore dei parlamentari cristiano-sociali Mimmo Luca' ed alcuni deputati di Lega e centro-destra. ''Siamo tutti d'accordo -ha spiegato Giovanardi nell'illustrare l'ordine del giorno- nel constatare che nel futuro la sanzione amministrativa e' la piu' adeguata per colpire le irregolarita' formali. Il nostro ordine del giorno va in questa direzione''. (segue)

(Pol/Pe/Adnkronos)