FINANZIAMENTO PARTITI: PISAPIA CONTRARIO DEPENALIZZAZIONE
FINANZIAMENTO PARTITI: PISAPIA CONTRARIO DEPENALIZZAZIONE
LA POSIZIONE DEI VERDI E QUELLA DI TIZIANA MAIOLO

Roma, 20 dic. (Adnkronos)- Giuliano Pisapia e il gruppo di Rifondazione Comunista hanno espresso voto contrario all'ordine del giorno presentato da Carlo Giovanardi sulla depenalizzazione del reato di finanziamento illecito ai partiti. Pisapia, inoltre, ha sottolineato che se la depenalizzazione del finanziamento illecito ai partiti fosse inserita nella legge sulla depenalizzazione dei reati minori ritirera' il suo nominativo dalla proposta di legge sulla depenalizzazione dei reati minori, di cui e' uno dei primi firmatari.

Per i Verdi, e' Marco Boato a spiegare la posizione del gruppo. ''A fronte di alcuni aspetti positivi sulle contribuzioni liberali e sulla trasparenza dei bilanci -dice- vi sono nella legge aspetti gravemente negativi. Inaccettabile, in particolare, che per il 1997 la legge preveda un vero e proprio finanziamento pubblico di 160 miliardi, senza alcuna possibilita' di rivalsa o conguaglio rispetto alla effettiva volonta' espressa dai cittadini nella dichiarazione dei redditi''. A proposito dell'ordine del giorno Giovanardi, poi, Boato puntualizza che e' ''inaccettabile precostituire una decisione di depenalizzazione generalizzata''.

''Assolutamente contraria ad un disegno di legge con il quale si configura il finanziamento pubblico ai partiti gia' bocciato da un referndum'', Tiziana Maiolo di Forza Italia si dice tuttavia ''favorevole alla depenalizzazione di tutta una serie di reati, tra cui il finanziamento illecito ai partiti''. ''Parliamone pure -dice Maiolo- ma non inserito in questo disegno di legge''.

(Pol/Pe/Adnkronos)