FINANZIARIA: PERCHE' IL GOVERNO NON HA MESSO LA FIDUCIA
FINANZIARIA: PERCHE' IL GOVERNO NON HA MESSO LA FIDUCIA

Roma, 20 dic. -(Adnkronos)- Colpo di scena: il governo non mettera' la fiducia sulla finanziaria. La Camera quindi votera' tutti gli emendamenti ai tre provvedimenti della manovra, legge finanziaria, collegato, legge di bilancio. Probabilmente, i deputati della maggioranza (il Polo ha comunque confermato che non partecipera' alle votazioni) concluderanno il loro tour de force prenatalizio domenica in tarda mattinata. La decisione del governo ha suscitato una certa sorpresa, anche perche' a Montecitorio nel pomeriggio si era sparsa la voce che maggioranza e opposizione avrebbero votato all'unanimita' per accorciare le 24 ore previste tra la richiesta della fiducia e il voto, permettendo cosi' di licenziare la manovra entro domani. ''Accordo? Io l'ho respinto'' ha detto secco Giuseppe Tatarella, presidente dei deputati di An al termine della conferenza dei capigruppo.

L'intesa sarebbe saltata, secondo quanto si e' appreso, perche' il governo avrebbe chiesto di porre una unica fiducia sui tre provvedimenti, accorpando finanziaria, collegato e bilancio. Una proposta giudicata irricevibile dall'opposizione e, in particolare, da Alleanza Nazionale. Se il governo avesse dovuto, invece, porre la questione di fiducia su ciascun provvedimento della manovra, i tempi si sarebbero allungati almeno di tre-quattro giorni: molto piu' veloce, allora, la maratona e il voto di tutti gli emendamenti.

(Cor-Rgg/Zn/Adnkronos)