GIUSTIZIA: FLICK, NON LAVORIAMO PER L'AMNISTIA
GIUSTIZIA: FLICK, NON LAVORIAMO PER L'AMNISTIA

Roma, 20 dic. (Adnkronos) - ''Potenzieremo i riti alternativi, accanto al patteggiamento ordinario ce ne sara' un altro, un po' piu' esteso. E' l'unico modo possibile per svolgere i processi in tempi ragionevoli'' cosi' si e' espresso il ministro di Grazia e Giustizia Giovanni Maria Flick ospite di ''Check Point 8'' in onda questa sera su Tmc.

''Il governo -ha proseguito Flick- non sta lavorando all'amnistia ma ai procedimenti attraverso cui sveltire i processi di Tangentopoli, la Camera ha chiesto al governo i dati su questi procedimenti. Li forniremo appena ci saranno comunicati dalle procure generali''.

Per quanto riguarda il processo civile Flick ha confermato che sono allo studio del governo provvedimenti per l'istituzione di sezioni stralcio nei tribunali, integrate da giudici provenienti dall'avvocatura e per il giudice unico.

''Se il governo -ha continuato Flick- riuscira' a portare avanti tutti i ddl sulla giustizia, in un paio di anni si vedranno effetti positivi''. Allo studio dell'esecutivo anche provvedimenti per le carceri. ''Il carcere -ha detto Flick- deve essere un'estrema ratio. Stiamo studiando i modi per 'sfoltire' gli istituti di pena incentivando l'uso delle misure non detentive e pene brevi. Pensiamo a un progetto di carcere aperto, piu' in contatto con la realta'. Quanto all'ergastolo di fatto non esiste di piu'. Bisogna decidere se cancellarlo anche dal codice. E' una decisione che spetta solo al Parlamento''.

(Com/Pe/Adnkronos)