GIUSTIZIA: MANCINI SCRIVE A FLICK, MI RIVOLGERO' A STRASBURGO
GIUSTIZIA: MANCINI SCRIVE A FLICK, MI RIVOLGERO' A STRASBURGO

Roma, 20 dic. -(Adnkronos)- ''Mi sono rivolto a lei per prospettare il caso di grave menomazione nel mio sacrosanto diritto alla difesa. Devo insistere considerato che le 'articolazioni ministeriali' non hanno preso in considerazine e che lei si e' adeguato''. E' quanto scrive l'ex leader del Psi e sindaco sospeso di Cosenza, Giacomo Mancini, in una lettera inviata al ministro di Grazia e Giustizia, Giovanni Maria Flick, nella quale esprime ''grande rammarico'' per la risposta del guardasigilli all'interrogazione parlamentare presentata dal deputato di Forza Italia, Alessandro Bergamo, sulla sua vicenda giudiziaria.

E nel ricostruire le tappe del processo di Palmi che l'ha visto imputato e poi condannato, nel marzo scorso, Mancini rileva che ''il 10 dicembre l'incartamento processuale era ancora fermo presso il tribunale di Palmi''. ''Mi dispiace rilevare -sottolinea l'ex leader del Psi- che le 'articolazioni ministeriali' ignorino nel modo piu' assoluto i diritti alla difesa. Rivolgendomi a lei, del diritto di difesa mia e degli altri imputati intendevo metterla al corrente. Non ho avuto fortuna. Mi rivolgero' a Strasburgo. Mi auguro che venga spiegato alle 'articolazioni' del suo ministero -conclude Mancini- che e' possibile organizzare processi in mdo piu' razionale e piu' rispettosi dei diritti degli imputati''.

(Red/Pn/Adnkronos)