GOVERNO: BERTINOTTI, FACCIA MEDIAZIONE, RIDATECI DONAT CATTIN
GOVERNO: BERTINOTTI, FACCIA MEDIAZIONE, RIDATECI DONAT CATTIN
''DA PRODI OGGI NON VADO, LITIGHEREI...''

Roma, 20 dic. (Adnkronos) - ''Oggi non vado da Prodi perche' litigherei... Non interviene nella vertenza dei metalmeccanici''. Fausto Bertinotti risponde cosi' ai giornalisti che gli chiedono dell'incontro con il presidente del Consiglio. Il segretario del Prc all'inizio scherza: ''il governo deve fare una mediazione, ridateci Donat Cattin''. Poi parla di atteggiamento ''pilatesco'' di palazzo Chigi. E avverte: ''quello che sta succedendo non e' un elemento che si vota in aula come la finanziaria. Ma dal punto di vista del giudizio sul governo, per me costituisce un fatto importantissimo. E' evidente che non trascina la sfiducia in termini di voto, ma introduce una sfiducia politica e sociale''.

Il segretario di Rifondazione comunista sottolinea: ''Ci deve essere un intervento forte e attivo. La mediazione fisiologica e' alla portata di ogni governo, una proposta conclusiva e' alla portata di un governo che ha un grande senso di se' e del rapporto con il Paese''. Invece, osserva Bertinotti, ''Prodi se ne lava le mani, dicendo: nel momento in cui la mediazione puo' avere un successo, il governo interviene. Ma oggi la condizione per fare una mediazione accettata dalle parti non c'e', dunque il governo non fa la proposta. E se il governo non fa una proposta conclusiva, i metalmeccanici hanno dichiarato che vanno allo sciopero contro il governo''.

Questo provocherebbe ''una lacerazione interna alla maggioranza di non poco conto, perche' noi a quel punto non possiamo che politicizzare...''. (segue)

(Rgg/Pe/Adnkronos)