PRODI: ABBIAMO CONSEGNATO RISANAMENTO AL PAESE, ORA RIFORME (2)
PRODI: ABBIAMO CONSEGNATO RISANAMENTO AL PAESE, ORA RIFORME (2)
''L'EUROPA NON PUO' NASCERE SENZA L'ITALIA''

(Adnkronos) - ''L' Europa non puo' nascere senza l'Italia'', ha sottolineato piu' volte il premier a giustificazione del ''cambio di strategia'' deciso dal governo che ha portato alla ''accelerazione'' del risanamento per un rispetto di tre dei cinque pareametri di Maastricht gia' dal '97. ''Un' Europa che parte senza l'Italia -ha detto Prodi- e senza la sua parte sud e' un'Europa monca. Sono in molti a chiederci un ruolo forte dell'Italia dentro l'Europa''.

Prodi ha sottolineato come l'Italia abbia gia' giocato a Dublino un ruolo determinante per una ''correzione'' di rotta che port ad un unita' europea politica e non soloo monetraia, ottenendo imepgni in materia di disoccupazione, lotta alla criminalita' e alla droga. ''Ma il grande capitolo dell' Europa monetaria -ha evidenziato il premier- e' deterimante''. E per questo ''l'Italia non puo' star fuori'' cosi come la ''grande strategia di cambiamento del paese senza precedenti'' messa in atto dal suo governo.

''Sei mesi fa -ha detto Prodi nella sua introduzione- eravamo fuori da tutti e 5 i parametri di Maastricht. Ne abbiamo prima inserito uno, con l'inflazione dal 4,5 al 2,6 pc. Poi i tassi che sono calati di due punti rispetto a quello che erano prima. Quindi ne abbiamo inserito solennemente un terzo con il ritorno dello Sme necessario per l'ingresso nell'Ume. Ora abbiamo altri due parametri. L'ultimo, quello del deficit totale, non e' un problema perche' quasi nessun Paese puo' adempiere. Resta il deficit annuale, il famoso 3 pc verso quale ci si avvia''.

''Lo sforzo, dunque, -ha concluso Prodi sul punto- non e' compiuto completamente ma e' uno sforzo grandioso, che doveva esser fatta comunque: non si puo' avere un debito di oltre due milioni di miliardi di lire. L'Europa ci ha chiesto solo di accelerarl o di un anno. e' solo un'anticipazionbe di un anno e il paese non poteva mancare questo apputnamento. Nell'89 chiesi chi sarebbe stato quel povero Cristo che avrebbe cominciato a metterci mano, e' toccato a noi...''. (segue)

(Sec-Pol/Pn/Adnkronos)