PRODI: LE CRITICHE DEGLI INDUSTRIALI? IL TEMPO DIRA'
PRODI: LE CRITICHE DEGLI INDUSTRIALI? IL TEMPO DIRA'

Roma, 20 dic. -(Adnkronos)- Critiche senza precedenti di cui, pero', non bisogna scandalizzarsi, ne' dolersi perche' non mettono in pericolo la strategia e l'efficacia del Governo. E per quanto riguarda il merito ''il tempo dira' qual'era la politica saggia per il Paese''. Cosi' il presidente del Consiglio, Romano Prodi, torna sulle polemiche contro gli industriali e, piu' in particolare, con il presidente di Confindustria, Giorgio Fossa, e della fiat, Cesare Romiti.

Quando si ricevono critiche di quel genere, spiega Prodi nel corso della conferenza stampa di fine anno, ''guarda, sorride, constata. Certo non era mai successo a quel livello'', dice il presidente del Consiglio che poi fa intendere come le precisazioni di Romiti abbiano fatto piacere a palazzo Chigi: ''Sono state date specificazioni che non ci si riferiva al governo -sottolinea ricordando le dichiarazioni di Romiti- ma a tutta la classe dirigente, e cio' ha ammorbidito il problema. Ma Confindustria ha preso parte politicamente e io credo che non ci sia nulla da scandalizzari, ne' da dolersi. E' un rapporto che la confindustria ha con i suoi iscritti e io credo che la il tempo dira' qual'era la politica saggia per il paese''.

''La Confindustria -prosegue il presidente del Consiglio- e', come ogni associazione che raccoglie interessi particolari, non solo libera, ma ha il diritto di esprimere una contrarieta' diretta al governo. Lo ha fatto, ma non mi sembra che in qualche modo metta a rischio la coerenza e l'efficacia della strategia del governo''.

(Sec-Pol/Pn/Adnkronos)