PRODI: RINVIO A GIUDIZIO PER CIRIO? NON MI DIMETTEREI
PRODI: RINVIO A GIUDIZIO PER CIRIO? NON MI DIMETTEREI

Roma, 20 dic. -(Adnkronos)- ''Non ho assolutamente intenzione di fare quello che dice lei...''. Rispondendo ad una domanda de 'il Giornale', il presidente del Consiglio esclude sue dimissioni anche nel caso di eventuale rinvio a giudizio per la vicenda Cirio. ''Io -torna a ribadire Prodi sull'argomento- mi sento assolutamente tranquillo. E nessuno ha mai pensato che io mi sia messo in tasca una lira o abbia agito per interessi personali. Sono orgoglioso di aver fatto la mia parte nel realizzare il programma dell'Iri cosi' come lo sono oggi sulle privatizzazioni''.

Ad una successiva domanda, Prodi ribadisce il suo 'niente dimissioni': ''sarebbe troppo facile per un magistrato -dice- fgar cadere un governo sospettando ipotesi di 'abuso di ufficio'...''.

La risposta di Prodi e' accompagnata da una battuta all'indirizzo del cronista del quotidinao di Vittorio Feltri che parla di 'sciagurata ipotesi' dell'eventuale rinvio a giudizio. ''Mi fa piacere -incalza Prodi- che questo sia il suo augurio perche' dai vostri articoli cosi' non pare: quando si dice che la testa a volte tradisce la penna...''.

(Tor/Pn/Adnkronos)