MAI DIRE GOL: ACCUSA DI PLAGIO PER CIAIRO-PAOLANTONI
MAI DIRE GOL: ACCUSA DI PLAGIO PER CIAIRO-PAOLANTONI
GLI AUTORI DEL PROGRAMMA RESPINGONO LE ACCUSE

Roma, 27 dic. (Adnkronos) - Accusa di plagio per 'Mai dire gol'. A sostenerla e' Pino Campagna, 40enne attore cabarettista di Foggia, che accusa l'attore Francesco Paolantoni di avergli copiato Ciairo, ovvero Ciro, il personaggio del pizzaiolo di Pozzuoli, uno dei caratteristi del programma della Gialappa's Band in onda su Italia 1. Secondo Campagna, che ha lavorato piu' volte con Mediaset (recentemente anche nella sit-com di Antonio Ricci 'Quei due sopra il Varano'), Ciairo sarebbe ispirato a un suo personaggio chiamato Peppino Marlauzz, pescivendolo barlettano tifoso dell'Inter. Campagna sostiene di aver avuto un colloquio, nel settembre scorso, prima che prendesse il via il nuovo ciclo di 'Mai dire gol', con il produttore del programma Pezzolla e di avergli consegnato un video sul quale erano registrati alcuni personaggi tra cui il contestato pescivendolo che avrebbe ispirato Paolantoni.

Campagna sostiene di essere intenzionato ad andare fino in fondo: ''O gli autori del programma mi ascoltano o li denuncio -dice- non possono copiarmi i personaggi senza neppure avvisarmi. E a tutti i nuovi comici consiglio di non lasciare le cassette in mano alle produzioni tv''. Secondo Campagna, inoltre, Ciairo avrebbe commesso anche un errore: 'Proprio perche' il personaggio e' copiato dal mio -dice- Paolantoni-Cairo usa un dialetto che nulla ha a che fare con Pozzuoli ma che proviene dalla Puglia la zona, guarda caso, dove e' nato il mio personaggio''. E, a sostegno della sua tesi, Campagna spiega che il caratterista contestato e' in voce ogni giorno sulle frequenze dell'emittente radiofonica 'Italiavera' e che fara' parte di uno spettacolo allo 'Zelig' di Milano, in scena dal 2 al 6 gennaio prossimo.

Dal canto suo, la Gialappa's respinge le accuse. ''Di questo Campagna non so davvero niente -dice Enzo Santin, uno degli autori del programma-. Spesso questi caratteri comici a volte si somigliano. Il personaggio di Ciairo e' nato assieme a Paolantoni: dovevamo fare un nuovo personaggio, gli abbiamo fatto fare un accento particolare, diverso dal suo: si serviva un caratterista semplice. Mi spiace che succedano queste cose. Magari andremo tutti a vedere Campagna allo Zelig''.

(Mag/Zn/Adnkronos)