SOFRI: DEBUTTA SUL ''FOGLIO'' CON UN GRAZIE A CELENTANO
SOFRI: DEBUTTA SUL ''FOGLIO'' CON UN GRAZIE A CELENTANO

Roma 28 gen. (Adnkronos) - Adriano Sofri debutta oggi con la rubrica ''Piccola posta'' sul ''Foglio'' quotidiano. Dall'ex leader di Lc che scrive dal carcere arriva un grazie a Adriano Celentano, il cantante che domenica, in un intervento apparso sul ''Corriere della sera'' (poi al centro di una lettera di protesta del cantante per il mancato rispetto della punteggiatura originale) aveva suggerito in sostanza al pentito Marino di seguire in carcere Sofri, Bompressi e Pietrostefani. ''Come faccio a credere, io che sono il re degli ignoranti, che tu - scriveva Celentano - sei veramente pentito? Penso che nessuno metterebbe in dubbio la tua parola se tu andassi dal giudice ed esprimessi il desiderio di non abbandonare i tuoi compagni di viaggio''.

''Caro Adriano Celentano - esordisce Sofri in ''Piccola posta'' - tante grazie per le cose lusinghiere che ha scritto sul mio conto sul 'Corriere'. Devo dirle di essere stato piuttosto meschino nei suoi confronti per via del nome. Ogni volta che passo una frontiera mi sento dire: 'Adriano Celentano'. Dopo aver attraversato la Cecenia in tempo di guerra su camionette sgangherate, con combattenti che, per allegria, facevano andare a tutto volume le sue cassette, avevo deciso di trovare il modo di diventare, almeno in un paese, almeno in Cecenia, piu' famoso di lei. Cosi', una volta che le fosse capitato di andarci - li', infatti, come dappertutto, l'aspettano - alla frontiera lei avrebbe esibito il passaporto e quelle allegre guardie avrebbero esclamato: 'Ah, Adriano Sofri'. Scarogna. Molti saluti''.

(Inf/Pe/Adnkronos)