LIBERALI: STERPA RIFONDA UNA 'CASA', BIONDI DICE NO A PARTITO
LIBERALI: STERPA RIFONDA UNA 'CASA', BIONDI DICE NO A PARTITO

Roma, 1 feb. -(Adnkronos)- Rifondare una 'casa' liberale e' il principale obbiettivo della Costituente liberale promossa da Egidio Sterpa all'hotel Parco dei Principi di Roma. ''Essere liberali e' un'identita' precisa, dietro la quale ci sono una storia, una cultura, un complesso di valori -dice l'ex deputato del Pli- non e' pensabile evitare l'organizzazione politica di questa identita'''. Per come la pensa Sterpa si tratta di una identita' ''organizzata e non subordinata, non costola di questa o quella forza politica. Ma semmai ispiratrice, bussola, punto di riferimento''. Per ora, il partito rifondato non si propone di presentarsi alle elezioni, ma di ''mettere insieme una forza innovativa, dinamica, in grado da fare da motore ideale ad uno schieramento autenticamente riformatore''. Poi, spiega Sterpa, verra' anche il momento della prova del voto.

A Sterpa risponde in una nota Alfredo Biondi, ex segretario del Pli e ora deputato di Forza Italia. ''Sono convinto dell'importanza di tutte le iniziative, come questa, che servono a dare ai liberali un ruolo politico piu' attivo. Ma e' anche la prospettiva per la quale e' nata Forza Italia. Credo che ogni allargamento e consolidamento della presenza liberale sia pienamente coerente con questa prospettiva purche', come credo sia nelle intenzioni di chi ha voluto questo incontro, si tratti di allargare e non di parcellizzare o di frantumare l'esistente''.

Insomma, dice Biondi, ''non di un microrganismo partitico i liberali hanno bisogno, ma di un contenitore che, raccogliendo l'eredita' storica dei liberali italiani ma anche quanto di liberale e' presente nella societa' civile e nella cultura politica, possa dare rilievo a queste battaglie politiche e di opinione''.

(Pol/Pn/Adnkronos)