FARMACI: TRIBUNALE MALATI UNA VOLTA AL MESE IN CUF
FARMACI: TRIBUNALE MALATI UNA VOLTA AL MESE IN CUF

Roma, 3 feb. -(Adnkronos/Adnkronos Salute)- Il Tribunale per i Diritti del malato varca le porte della Commissione Unica del Farmaco. Della possibilita' di instaurare un rapporto permanente, con incontri a cadenza mensile, dell'organismo di tutela dei malati all'interno della Commissione si e' parlato nella seduta di oggi della CUF, durante la quale sono stati illustrati anche i temi prioritari da affrontare in futuro.

''Questi incontri -ha spiegato all'Adnkronos Salute il segretario Nazionale del Tribunale per i Diritti del Malato, Teresa Petrangolini- potranno fornire alla Cuf 'il polso' reale delle esigenze dei malati in materia di farmaci, che il Tribunale riesce a monitorare attraverso il Pit, il suo servizio che raccoglie le segnalazioni dei cittadini''.

Il primo tema messo sul tavolo oggi dal TDM, ritenuto prioritario, ha riguardato l'impiego dei 100 miliardi previsti dalla legge finanziaria per i farmaci inseriti in fascia C (a totale carico dei cittadini), ma necessari per le persone meno abbienti con reddito familiare inferiore ai 19 milioni lordi annui (ex art. 1 comma 42). ''Per evitare che i pochi fodni disponibili vadano a vantaggio di persone che non ne hanno effettivamente bisogno -spiega la Petrangolini- abbiamo individuato 3 fasce di popolazione che, sulla base delle segnalazioni da noi ricevute, appaiono piu' bisognose: donne, anziani e malati mentali''. (segue)

(Fei/Pn/Adnkronos)