I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (2): L'ESTERO
I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (2): L'ESTERO

Il Cairo. Almeno 30 persone sono morte in seguito alla collisione di due treni avvenuta nell'Egitto meridionale, vicino alla citta' turistica di Assuan, a sud del Cairo. Lo ha riferito l'agenzia di stampa egiziana ''Mena''. Il numero delle vittime potrebbe salire ancora, secondo le squadre di soccorso che stanno lavorando tra le lamiere dei treni per estrarre i corpi delle vittime. Lo scorso anno a causa di una collisione di treni passaggeri, avvenuta vicino al Cairo, morirono 70 persone. All'epoca furono la nebbia e la negligenza dei uno dei macchinisti le cause del disastro.

Tel Aviv. Il governo israeliano sta valutando la possibilita' di acquistare dagli Stati Uniti alcuni caccia F-22, gli aerei da combattimento tecnologicamente piu' avanzati che esistano oggi al mondo. Nel darne notizia, il quotidiano israeliano ''Ma'ariv'' ha precisato che funzionari di alto grado di Washington hanno gia' approvato la vendita dei cacciabombardieri da 100 milioni di dollari (oltre 150 miliardi di lire) al governo israeliano, come ''compenso'' per aver venduto di recente caccia F-16 all'Arabia Saudita. Basati sulla tecnologia ''stealth'' che li rende invisibili ai radar, gli F-22 faranno la loro comparsa nell'Aeronautica americana soltanto nel 2002.

Mosca. Rubata a Mosca l'automobile di Vladimir Zhirinivsky. Il leader del Partito liberal democratico russo ha denunciato la scomparsa della sua Ford Explorer, nel pomeriggio di ieri. A Mosca vengono rubate dalle 30 alle 70 automobili ogni giorno, riporta l'Agenzia di stampa Interfax.

Bonn. Il ricorso a truppe tedesche sul Golan, nell'ambito di una futura forza di pace dell'Onu, non costituirebbe un imbarazzo per Israele. Anzi, secondo l'ambasciatore di Gerusalemme in Germania, Avi Primor, tale eventualita' rappresenterebbe un'ideale riconciliazione tra i due popoli. Intervistato dalla radio di Berlino, l'ambasciatore ha affermato che l'invio di soldati del Bundeswehr sulle Alture del Golan rappresenta un'opzione reale, confermando al contempo che la grande maggioranza degli israeliane sarebbero favorevoli a questa eventualita'. Alcuni diplomatici tedeschi avevano di recente espresso dubbi circa l'idea di inviare militari tedeschi sul Golan, ma il cancelliere Helmut Kohl aveva invece dichiarato di essere favorevole a questa eventualita'. (segue)

(Sin/Pn/Adnkronos)