DROGA: DDA NAPOLI, 54 ORDINI DI CUSTODIA CAUTELARE
DROGA: DDA NAPOLI, 54 ORDINI DI CUSTODIA CAUTELARE

Napoli, 3 feb. -(Adnkronos)- Traffico internazionale di stupefacenti, associazione a delinquere finalizzata al traffico di droga, spaccio di eroina e cocaina: con queste accuse, il gip del Tribunale di Napoli, Antonio Sensale, ha emesso, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia del capoluogo campano, 54 ordini di custodia cautelare nei confronti di esponenti della criminalita' organizzata. Le indagini sono state dirette dal coordinatore della Dda napoletana, Paolo Mancuso, dal procuratore aggiunto della Direzione nazionale antimafia, Guglielmo Palmieri, e dal sostituto della Dda, Luciano D'Angelo. Ad eseguire gli ordini di arresto sono stati gli uomini della Direzione investigativa antimafia, della Squadra mobile di Napoli, della Polizia e dei Carabinieri di Torre del Greco.

Gli arresti di stamane si inseriscono nell'ambito di una piu' vasta inchiesta, avviata fin dal '93 con la collaborazione del boss della camorra Umberto Ammaturo: finora, sono finte in carcere oltre 100 persone, accusate di omicidio, associazione per delinquere di stampo camorristico e traffico internazionale di stupefacenti. Alla collaborazione di Ammaturo e' seguita quella di alcuni dei suoi piu' spietati e ''collaudati'' killer, come i fratelli Antonio e Pasquale Mercurio di Torre Annunziata.

I Mercurio, oltre a confermare e integrare le rivelazioni di Ammaturo, hanno a loro volta confessato altri delitti commessi durante le ''guerre'' scatenate dai trafficanti di droga che operavano nell'hinterland vesuviano, svelando una serie di omicidio eseguiti per conto del boss Mario Fabbrocino, ancora latitante. (segue)

(Sin/Pn/Adnkronos)