SOFRI: ANGELILLI (AN), OCCASIONE PER RIVEDERE LEGGI D'EMERGENZA
SOFRI: ANGELILLI (AN), OCCASIONE PER RIVEDERE LEGGI D'EMERGENZA

Roma, 3 feb. -(Adnkronos)- Il caso Sofri ''puo' essere davvero l'occasione per affrontare la revisione della legislazione di emergenza in vigore negli anni '70 al fine di combattere il terrorismo''. E' l'opinione di Roberta Angelilli, europarlamentare di An.

Per Angelilli ''anche in An vi sono diversi esponenti, anche di primo piano, che da sempre si esprimono favorevolmente davanti all'ipotesi della chiusura dell'emergenza degli anni di piombo. E' pero' triste che ancora una volta una certa parte della sinistra si sia mobilitata per l'indulto solo dopo il caso di Sofri e di Bompressi''. A giudizio della parlamentare europea di An, ''oggi, quando nessuno piu' attenta alla sicurezza dello Stato, le istituzioni possono e devono dimostrare la loro forza sapendo non gia' dimenticare, ma voltare pagina''.

Diversa, rileva Angelilli, la vicenda di Francesca Mambro e Valerio Fioravanti: ''in quel caso, infatti, come giustamente messo in risalto dalla stessa Mambro, non si tratta di chiedere ne' grazia ne' indulto, ma di concedere giustizia per un reato assurdo come la strage di Bologna, di cui i due non si sono macchiati. Condannare Mambro e Fioravanti -continua- gia' confessi per altri gravi reati, e' un vero e proprio crimine contro i Diritti dell'uomo. Per questo, circa un anno fa, portai il loro caso davanti al 'tribunale per i Diritti dell'Uomo' di Strasburgo. Sono diventati dei capri espiatori''.

(Sin/Pn/Adnkronos)