TORTELLINO: E' ''GUERRA'' TRA VETERINARI E MEDICI
TORTELLINO: E' ''GUERRA'' TRA VETERINARI E MEDICI
LO CONTROLLO 'IO', NO 'IO'

Roma, 3 feb. -(Adnkronos)- Scoppia la ''guerra'' del tortellino. Nulla di grave, naturalmente, per nessuno, ma solo diverbi o equivoci su chi ha il compito di vigilare sulla pasta ripiena: i veterinari a cui per legge e' deputato il controllo delle carni o i medici, responsabili della pasta.

Risultato: piu' controlli sullo stesso prodotto in pochi giorni, ognuno per le proprie competenze. ''Attualmente -spiega all'Adnkronos Aldo Grasselli, segretario nazionale del Sivemp, sindacato dei veterinari pubblici- la competenza dei controlli sulle paste ripiene deve ancora essere regolamentata. Il ministero della Sanita' non ha attribuito finora, in modo ufficiale, la certificazione di questo prodotto. Viene quindi assicurato che le materie prime che concorrono a formarlo e le procedure di lavoro siano corrette e questa correttezza la puo' verificare sia il medico veterinario che il medico-chirurgo igienista''.

''Riceviamo spesso segnalazioni dai nostri servizi di competenze poco chiare su questa materia -dice Grasselli- e' bene comunque tranquillizzare il consumatore che il processo di lavorazione e' sottoposto sicuramente a delle metodiche di verifica di autocontrollo e controllo ufficiale: c'e' solo un problema di raddoppio di competenze e quindi di diseconomia di gestione di questo tipo di interventi. Noi ci siamo anche posti il problema di essere univoci sulle disposizioni su queste materie ed anche di risparmiare interventi per evitare di fare due volte in una settimana la stessa campionatura di certi prodotti perche' i due distinti servizi, medico e veterinario fanno le stesse cose''. (segue)

(Ria/Pn/Adnkronos)