USURA: GDF BOLOGNA, SGOMINATA ORGANIZZAZIONE DI 'KRIMINAL'
USURA: GDF BOLOGNA, SGOMINATA ORGANIZZAZIONE DI 'KRIMINAL'

Milano, 3 feb. -(Adnkronos)- Gestiva un giro d'affari quantificabile nell'ordine di svariati miliardi l'organizzazione criminale dedita all'usura facente capo ad Antonio di Benedetto, meglio conosciuto sotto lo pseudonimo di 'Kriminal', sgominata dalla Guardia di Finanza di Bologna al termine di complesse indagini coordinate dal sostituto Procuratore Antonio Gustapane. Ne da' notizia un comunicato delle Fiamme Gialle bolognesi precisando che 'Kriminal', ora rinviato a giudizio, gestiva il denaro tramite conti correnti intestati sia a se' stesso sia ad altre persone, tra le quali figurano noti professionisti di Bologna.

L'indagine ha permesso di individuare numerose vittime dell'organizzazione: solo sei di queste, pero' hanno fornito agli investigatori la collaborazione necessaria a quantificare i rapporti economici instaurati con 'Kriminal' ed hanno permesso di far luce anche sull'attivita' estorsiva, che si estrinsecava sia con minacce di violenza sia con minacce di azioni legali. Di Benedetto, infatti, pretendeva dai clienti garanzie reali o personali: quando la vittima non era piu' in grado di far fronte agli esorbitanti impegni contratti, minacciava atti esecutivi che si fondavano sulle firme estorte agli usurati.

L'autorita' giudiziaria, al fine di vincere la naturale resistenza delle vittime a denunciare il 'carnefice' -sottolinea la nota delle Fiamme Gialle- ha dovuto acquisire presso gli uffici del Catasto e presso il Monte dei Pegni tutti gli atti negoziali riconducibili ai prestiti e contestarli ai mutuatari. Dove la magistratura non e' stata in grado di contestare fatti precisi, altre numerose probabili vittime risultate destinatarie di prestiti, si sono trincerate dietro un apodittico 'non ricordo'.

(Mil/Pn/Adnkronos)