CHIRAC: JIMMY CARTER A' LA FRANCAISE
CHIRAC: JIMMY CARTER A' LA FRANCAISE

Parigi, 3 feb. -(Adnkronos)- La Francia si sta rassegnando a sopportare un Presidente che giudica inetto. Perche' Jacques Chirac non fa paura, non desta odio, viene visto come come onesto e umano, ma pur sempre inadeguato al suo ruolo. Sono questi i giudizi che emergono dai sondaggi e dai commenti degli analisti.

Chirac versione francese di Jimmy Carter. Oppure, se paragonato a Francois Mitterrand ''che sembrava sempre tre passi avanti'', come ha spiegato Jean Lacouture, autore di un saggio su De Gaulle, ''lui da' sempre l'impressione di trovarsi un passo indietro''. ''Mi ritrovo a pensare a Chirac sempre piu' come fa il francese medio -prosegue l'analista intervistato dall'Herald Tribune- preferirei averlo come cognato, o un amico con cui andare allo stadio per vedere una partita di rugby. Non e' piu' stupido di tanti altri, ma mi sembra che manchi di un quadro intellettuale di riferimento''. L'ultimo esempio e' la gestione dell'accordo di cooperazione militare con la Germania, il cuo contenuto e' stato rivelato dal quotidiano Le Monde. Un documento su cui si e' scatenata la bufera, soprattutto perche' non e' stato divulgato dall'Eliseo, neanche in occasione della seduta parlamentare dedicata alla sua discussione. O nella gestione dei negoziati con gli Stati Uniti e con i partner europei per il rientro della Francia nella struttura militare integrata della Nato e la cessione del comando regionale Afsouth a un europeo. (segue)

(Ses/Pn/Adnkronos)