USA: PER LAKE BRACCIO DI FERRO TRA CLINTON E CONGRESSO (2)
USA: PER LAKE BRACCIO DI FERRO TRA CLINTON E CONGRESSO (2)

(Adnkronos/Washington Post) - Mentre in passato Clinton aveva preferito lasciar cadere alcune nomine nel momento in era apparso chiaro che queste avrebbero incontrato ostacoli, questa volta il presidente appare intenzionato ad andare fino in fondo. Il ''Grand Old Party'' (Gop) non sembra pero' disponibile a lasciare via libera ne' a Lake ne' alla Herman, tanto che il senatore Richard Shelby, presidente della Commissione Servizi Segreti, ha gia' annunciato che l'audizione di Lake potrebbe essere ulteriormente rimandata dall'11 al 25 febbraio in modo che i senatori possano decidere sulla base delle conclusioni del dipartimento di Giustizia. Anche se la ''querelle'' riguardante le armi iraniane ai musulmani di Bosnia rappresenta una vera ''spada di Damocle'' per Lake, in soccorso dell'ex direttore del Nsc sono accorsi anche due importanti esponenti del Gop, Robert Gates, il direttore della Cia durante la presidenza di George Bush, che lo ha definito dalle colonne del ''Wall Street Journal'' un ''funzionario capace ed integerrimo'', e l'influente senatore John McCain, che, con una lettera, ha chiesto ai suoi colleghi di schierarsi con Lake.

(Neb/Pn/Adnkronos)