USA: PER LAKE BRACCIO DI FERRO TRA CLINTON E CONGRESSO
USA: PER LAKE BRACCIO DI FERRO TRA CLINTON E CONGRESSO

Washington, 3 feb. -(Adnkronos/Washington Post)- Si preannuncia senza esclusione di colpi il braccio di ferro tra Casa Bianca e Congresso sulla nomine di Anthony Lake alla Cia e di Alexis Herman al dipartimento del Commercio. In particolare per l'ex consigliere per la Sicurezza Nazionale la conferma appare tutt'altro che scontata.

Per entrambi il Senato -come la Camera a maggioranza repubblicana- ha deciso un rinvio delle audizioni, in modo da dare tempo al dipartimento di Giustizia di completare le inchieste a loro carico. Mentre per la Herman le investigazioni riguardano un possibile conflitto di interessi quando era funzionario della Casa Bianca -avrebbe svolto un importante ruolo nel reperimento di fondi per i democratici- per Lake le accuse sono ancora piu' gravi. L'ex direttore del ''Nsc'' (Consiglio per la Sicurezza Nazionale) deve infatti rispondere di conflitto di interessi riguardo alcune speculazioni finanziarie -sarebbe stato in possesso di azioni di societa' elettriche mentre era all'Nsc- delle questioni inerenti i contributi stranieri alla campagna elettorale del presidente Clinton, e, soprattutto, difendersi dall'accusa di aver deliberatamente nascosto al Congresso l'intenzione della Casa Bianca di ''chiudere un occhio'' sulla consegna, in violazione dell'embargo internazionale, di armi iraniane alla musulmani di Bosnia durante la guerra nei Balcani. (segue)

(Neb/Pn/Adnkronos)