I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (2): L'ESTERO
I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (2): L'ESTERO

Khartoum. Etiopia ed Eritrea avrebbero ammassato truppe lungo il confine con lo stato sudanese del Gadarif, per lanciare un'offensiva militare contro le province di Galabat e Fashiga. Lo sostiene oggi il quotidiano sudanese Alwan. A quanto riferisce il giornale, truppe etiopiche si trovano a soli 12 chilometri dal confine e si esercitano all'attacco con tank e cannoni. Gli etiopi avrebbero anche cacciato l'esercito sudanese dalle citta' di Kurmuk e Gissan. Etiopia ed Eritrea hanno finora negato ogni coinvolgimento nelle ostilita' contro il Sudan, affermando che ne sono responsabili i ribelli sudanesi.

Belgrado. Nonostante la legge speciale approvata martedi' scorso dal parlamento di Belgrado, la commissione elettorale di Sabac, citta' situata nella Serbia occidentale, non ha alcuna intenzione di riconoscere la vittoria delle opposizioni alle elezioni municipali del 17 novembre scorso. ''Per me, la legge speciale non e' vincolante'', ha detto al giornale ''Nasa borba'' il presidente della commissione elettorale locale, Zlatomir Milutinovic. La legge in quattro articoli approvata lo scorso martedi', dopo quasi tre mesi di proteste, riconosce la vittoria dei partiti facenti capo alla coalizione ''Zajedno'' (Insieme) a Belgrado, in 13 citta' serbe ed in otto distretti della capitale. (segue)

(Sin/Gs/Adnkronos)