I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (4): LA CRONACA
I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (4): LA CRONACA

Pisa. ''Quando venni intercettato, nel 1996, dissi che 'Di Pietro mi aveva sbiancato', nel senso che mi aveva messo paura. La frase che seguiva subito dopo nell'intercettazione era quella pubblicata stamani: 'non ho mai pagato Di Pietro, Brescia sta facendo un...'. Pacini Battaglia puntualizza il contenuto delle intercettazioni ed e' contento che, finalmente, ''la verita' stia venendo a galla''. ''Spero -ha detto ancora il finanziere- che gli inquirenti perugini, ai quali va dato atto di fare un ottimo lavoro, leggano seriamente le mie intercettazioni''.

Roma. Alla luce delle nuove piste investigative che gli inquirenti stanno approfondendo,''si potrebbe anche arrivare ad escludere totalmente la responsabilita' di Francesca Mambro e Valerio Fioravanti nella strage di Bologna''. Lo ha detto il presidente della Commissione Stragi, Giovanni Pellegrino, pur precisando che allo stato attuale ''non sussistono elementi tali da legittimare una riapertura del processo''. Il senatore aggiunge, inoltre, che ''sulla strage del 2 agosto del 1980 vi sono ancora molti aspetti oscuri sui quali e' bene che la procura di Bologna indaghi, come sta facendo. Questo non vuol dire - aggiunge ancora il presidente della Commissione Stragi - che si arrivi necessariamente ad una conclusione che porti a rivedere il pronunciamento della Cassazione. Certo e' che i nuovi indizi vanno esaminati fino in fondo''.

Roma. ''Quelli sui baratti e sugli inciuci sono discorsi volgari che non hanno nessun fondamento''. Pietro Folena, responsabile Giustizia del Pds, risponde cosi' al procuratore di Milano Francesco Saverio Borrelli, che ha espresso l'auspicio che le questioni dell'ordinamento giudiziario ''non costituiscano merce di scambio in seno alla Bicamerale''. ''Sono opinioni personali del dottor Borrelli e come tali -continua Folena- le rispetto. Penso che anche il dottor Borrelli debba guardare con fiducia al lavoro della Bicamerale. Tutta le gente che ragiona e che riflette sulla profondita' della crisi della democrazia in Italia sa che noi abbiamo bisogno di profonde riforme costituzionali. Quelli sui baratti e sugli inciuci sono discorsi volgari che non hanno nessun fondamento''. (segue)

(Sin/Gs/Adnkronos)