FARMACI: CODACONS, SI A VENDITA FUORI FARMACIE
FARMACI: CODACONS, SI A VENDITA FUORI FARMACIE
ELIMINARE PRIVILEGI, ANCHE NOTAI

Roma 15 feb. - (Adnkronos) - E' assurdo che si attuino liberalizzazioni del mercato e privatizzazioni in tutti i settori (benzina, assicurazioni, tariffe ecc.) e si lascino ancora in piedi fasce di privilegio per caste chiuse e intoccabili che producono rendite di posizione assolutamente ingiustificate. Lo afferma il Codacons.

''Come e' stato giusto eliminare la divisione tra procuratori legali ed avvocati che costringeva a maggiori spese gli utenti della giustizia penalizzando i giovani professionisti -ha dichiarato il presidente avv. Carlo Rienzi- cosi' e' giustissimo che i farmaci senza ricetta vengano venduti fuori dalle farmacie come gia' avviene in tutto il mondo''.

''I farmacisti, con il sistema del numero chiuso di cui godono sono vere miniere d'oro assurde e da eliminare. Allo stesso modo il Codacons inizia ora una battaglia per la eliminazione dei Notai, altro retaggio d'altri tempi, e per applicazione della legge che consente a cancellieri e impiegati delle circoscrizioni di autenticare le firme. L'obiettivo che ci proponiamo -ha dichiarato Rienzi- consiste nel consentire che una autentica di firma costi 2000 anziche' 70.000 lire, e che un contratto di compravendita di una macchina anziche' costare 250.000 lire costi 10.000 lire!!!''.

(Com/Zn/Adnkronos)