IMMIGRATI: FASSINO, LEGGE IN SINTONIA SCHENGEN
IMMIGRATI: FASSINO, LEGGE IN SINTONIA SCHENGEN

Roma, 15 feb. (Adnkronos) - ''La legge sull'immigrazione punta a due obiettivi: assicurare uguaglianza di diritti e di opportunita' per tutti gli immigrati - e sono la stragrande maggioranza - che vivono onestemente del loro lavoro e contribuiscono ogni giorno alla ricchezza del nostro Paese; e, al tempo stesso, rendere effettiva e piu' efficace la lotta alla illegalita' e alla criminalita' con norme piu' severe e certe, in particolare sulle espulsioni''. Lo ha dichiarato il sottosegretario agli Affari Esteri Piero Fassino.

''E' una legge -ha sottolineato Fassino- in piena sintonia con i principi che regolano l'Accordo di Schengen, e anzi questa legge rafforza la strategia per l'ingresso operativo dell'Italia in Schengen entro il 27 ottobre, per il quale il governo ha gia' realizzato gli adempimenti legislativi e organizzativi necessari''.

''Ne' si puo' contrapporre -ha aggiunto Fassino- il voto agli immigrati al voto per gli italiani all'estero: da un mese, infatti, e' iniziato alla Camera dei Deputati l'esame delle proposte di legge per l'esercizio di voto agli elettori italiani che risiedono all'estero. E il 1997 - grazie all'impegno di questo governo - potra' percio' essere l'anno in cui verranno riconosciuti sia il diritto per i nostri connazionali di poter votare ove risiedono, senza dover necessariamente ritornare in Italia, e sia il diritto per gli immigrati di poter votare nei Comuni in cui risiedono stabilmente e legalmente. Due diritti di pari importanza e legittimita'''.

(Com/Pe/Adnkronos)