IMMIGRATI: PASINI (OMS), ITALIANI SCHEDATI IN SALUTE LORO NO
IMMIGRATI: PASINI (OMS), ITALIANI SCHEDATI IN SALUTE LORO NO

Rimini, 15 feb. -(Adnkronos)- Italiani schedati fin dalla nascita dal punto di vista sanitario, immigrati invece no. Questo puo' creare seri problemi per la salute degli uni e degli altri. Lo denuncia Walter Pasini, direttore del Centro di Riferimento Oms per la Medicina del turismo e delle migrazioni in merito al disegno di legge sull'immigrazione approvato dal Governo.

''Prima di parlare di voto degli immigrati occorre ricordare che c'e' un difficile rapporto tra loro e i servizi sanitari -dice Pasini- e' necessario invece che come prima regola di convivenza questi soggetti non godano di privilegi rispetto agli italiani che sono schedati fin dalla nascita, soprattutto dal punto di vista delle vaccinazioni. Gli immigrati provengono da paesi in cui le vaccinazioni non sono obbligatorie e questo puo' comportare rischi, soprattutto per la poliomielite e l'epatite B''.

''La prima cosa necessaria e' quindi una grossa campagna di prevenzione sanitaria per renderli uguali a noi -sottolinea Pasini- con vaccinazioni nei bambini e controlli sanitari negli adulti. Non c'e' una giustizia in questo senso: possiamo dire che gli immigrati sono 'privilegiati', perche' non c'e' un controllo dello Stato nei loro confronti. E' necessario quindi che il profilo santario di queste persone sia noto a tutti come lo e' quello degli italiani e con lo stesso principio della salvaguardia del bene comune''.

(Ria/Pn/Adnkronos)