OCCHIALI: PRESTO VIA DA BANCARELLE, SUPERMERCATI E FARMACIE
OCCHIALI: PRESTO VIA DA BANCARELLE, SUPERMERCATI E FARMACIE

Milano, 15 feb. (Adnkronos) - Gli occhiali da lettura oggi presenti nei supermercati, nelle bancarelle e nelle farmacie potranno presto essere disponibili solo presso i negozi di ottica. Lo afferma una nota della Federottica, federazione nazionale ottici optometristi, che annuncia l'emanazione di un decreto di attuazione della direttiva 93/42 Cee da parte dei ministri della Sanita' e dell'Industria. La direttiva prevede che, anche in campo sanitario, ogni prodotto venduto dovra' essere accompagnato da una dichiarazione di effettiva rispondenza all'uso da parte del fornitore che l'ha prodotto.

In questo caso l'optico optometrista sarebbe quindi la sola figura professionale in grado di assumersi la responsabilita' che deriva dal certificare che l'occhiale fornito risponda all'effettivo problema visivo di chi lo acquista. Con questo provvedimento verrebbe inoltre abolito il DM del 3 agosto 1991 dell'allora ministro della Sanita' De Lorenzo che aveva concesso la possibilita' di vendita degli occhiali da lettura in farmacia, avendoli definiti 'presidi medico-chirurgici'.

''Riconoscere agli ottici optometristi l'esclusiva della fornitura di tutti i mezzi di compensazione visivi non vuole essere un limite alla libera concorrenza nel nostro settore -ha dichiarato Fabio Zanacchi, presidente della Federottica- ma intende essere la via corretta per tutelare il consumatore che, acquistando un occhiale presso un punto vendita di ottica, invece che affidarsi all'autovalutazione del difetto visivo che puo' avvenire solo in modo empirico e approssimativo, sa di avere sempre a disposizione il parere professionale di un esperto''.

(Ria/Zn/Adnkronos)