AUSTRALIA: TERRORISMO ALIMENTARE ROVINA RE DEI BISCOTTI
AUSTRALIA: TERRORISMO ALIMENTARE ROVINA RE DEI BISCOTTI

Sydney, 15 feb. (Adnkronos/Dpa)- Ricattata da una minaccia di terrorismo alimentare, per una vicenda con la quale non ha nulla a che vedere, la piu' grande societa' produttrice di biscotti australiana, la Arnott's, e' stata costretta oggi ad annunciare drastici licenziamenti. Ignoti estortori hanno annunciato che avveleneranno i biscotti con un pesticida, mortale per i bambini, se un agente di polizia coinvolto in un duplice assassinio del 1991 non sara' sottoposto ad un test con la macchina della verita'.

La polizia ha respinto la richiesta e la Arnott, completamente estranea al fatto, ha dovuto ritirare i suoi prodotti dal mercato australiano, che fino a ieri controllava per i due terzi. Le perdite in Borsa, prima della sospensione del titolo, sono arrivate rapidamente a 35 millioni di dollari australiani (circa 45 miliardi di lire) mentre le future perdite per mancati guadagni ammontano a cinque millioni di dollari australiani a settimana (quasi sei miliardi di lire). La societa', la cui maggioranza e' detenuta dall'americana Campbell, sta cercando in tutto il mondo un imballaggio a prova di avvelenamento.

(Civ/Pe/Adnkronos)