RUANDA: CATTURATI ASSASSINI DEI 5 OSSERVATORI ONU
RUANDA: CATTURATI ASSASSINI DEI 5 OSSERVATORI ONU

Kigali, 15 feb. (Adnkronos/Dpa) - Le forze di sicurezza ruandesi hanno catturato gli assassini di cinque osservatori delle Nazioni Unite assassinato all'inizio del mese nella provincia di Cyangagu. Lo ha reso noto oggi a Kigali il portavoce dell'esercito ruandese, il maggiore Emmanuel Ndahiro precisando che durante loperazione di cattura il leader del gruppo armato, un ex ufficiale dell'esercito di Kigali, e' morto. Altri quattro membri del gruppo sono stati arresti e sono state sequestrate pistole, granate e uniformi militari.

Secondo Ndahiro, il commando era entrato in Ruanda attraverso il Burundi ed ha ucciso i cinque -un britannico, un cambogiano due roandesi ed il loro autista- in un'imboscata. ''Uno degli arrestati ha confessato di aver tagliato la testa del cambogiano -ha detto Ndahiro- l'assassino ha poi portato la testa in una fabbrica di cemento per spaventare gli operai, esaptriati cinesi, che non vogliono lasciare l'area''.

In seguito all'omicio dei cinque osservatori e di altri atti di violenza, le agenzie dell'Onu hanno temporanemanete interrrotto ogni tipo di attivita'. Le autorita' ruandesi hanno accusato di tali atti le milizie hutu e disertori dello stesso esercito ruandese, tutti recentemente rientrati dai campi profughi dello Zaire e della Tanzania.

(Giz/Pe/Adnkronos)