ZAIRE: ARMI NEL CAMPO PROFUGHI DI TINGI-TINGI
ZAIRE: ARMI NEL CAMPO PROFUGHI DI TINGI-TINGI

Nairobi, 15 feb. (Adnkronos/Dpa) - Le forze governative zairesi stanno armando gli ex soldati dell'esercito ruandese ed i miliziani hutu per compiere una massiccia offensiva contro i ribelli nello Zaire orientale. Lo ha riferito l'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati (Acnur).

Personale dell'Acnur in Kenia ha denunciato che armi sono arrivate in aereo nel campo profughi di Tingi-Tingi, il piu' grande del Paese, dove si trovano 150mila rifugiati fuggiti dal Ruanda e dal Burundi. Secondo i funzionari dell'Onu l'esercito zairese sta assoldando estremisti hutu per creare una ''terza forza'' contro il leader dei ribelli Banyamulenge, Laurent Kabila.

In viaggio per vedere la situaizone dei rifugiati negli stati dell'Africa orientale e Centrale, l'Alto commissario per i rifugiati, la giapponese Sadako Ogata, ha lanciato un appello perche' le parti coinvolte nel conflitto ''proteggano'' le centinaia di migliaia di rifugiati che si trovano in Zaire, permettendogli di tornare in Ruanda. A sud della citta' di Uvira, intanto, gli scontri hanno provocato un pesante esodo della popolazione zairese locale verso la vicina Tanzania: mille zairesi al giorno attraversano il lago di Tanganika a bordo di imbarcazioni per raggiungere la citta' di Kigoma, dove finora sono arrivati 60mila profughi. (segue)

(Giz/Zn/Adnkronos)