DROGHE: PRINCIPE LIECHTENSTEIN, A FAVORE LIBERALIZZAZIONE
DROGHE: PRINCIPE LIECHTENSTEIN, A FAVORE LIBERALIZZAZIONE

Roma, 24 feb. -(Adnkronos/Ats)- Per battere il narcotraffico bisogna liberalizzare totalmente l'accesso alle droghe sia pesanti che leggere. Ne e' convinto il principe Hans Adam II del Liechtenstein, che sarebbe pronto a consentire nel suo regno la possibilita' ai cittadini adulti di acquistare le dosi d'eroina e cocaina dallo stato e consumarle sotto controllo. Una presa di posizione che non ha mancato di suscitare clamore e polemiche soprattutto in Svizzera, dove le dichiarazioni del monarca sono state rilanciate da quasi tutti i quotidiani.

Il principe, consapevole dell'arditezza delle sue tesi, ha sottolineato comunque il fallimento dell'attuale politica - praticata da anni con ingenti costi - intrapresa dall'occidente per contrastare il fenomeno. ''Non tenendo conto delle leggi di mercato -ha detto- ha portato immensi guadagni ai cartelli della droga e alla mafia''.

Potrebbe essere lo stato invece, secondo Hans Adam II, a procurarsi gli stupefacenti direttamente dal produttore, a un prezzo superiore di quallo offerto dai trafficanti. E una soluzione del genere, ha osservato il principe, non causerebbe l'aumento del consumo.

Il monarca tuttavia ha assicurato che si tratta di sue idee personali, puramente teoriche, per le quali non intende impegnarsi direttamente nel suo paese. Il principato, ha ricordato, ? infatti legato a una serie di trattati internazionali e la popolazione non ? pronta ad accettare una politica cos? liberale in materia di droga.

(Sin/Pe/Adnkronos)