GIOVANI: IL 50 PC VA IN MOTORINO IN DUE E SENZA CASCO (3)
GIOVANI: IL 50 PC VA IN MOTORINO IN DUE E SENZA CASCO (3)

(Adnkronos) - ''I ragazzi amano fare le cose che non debbono fare -dice Valeria Olivieri, capo dell'ispettorato per la sicurezza stradale dei LL.PP.- e l'unica cosa che noi possiamo fare, come abbiamo fatto con l'ultima campagna, e' prenderli in giro. L'abbiamo fatto con un messaggio forte ma efficace''. In piena sintonia il conduttore televisivo Paolo Bonolis: ''Non dobbiamo dire ai giovani quello che non devono fare perche' lo sanno benissimo -dice Bonolis- proverei a raccontargli che comportarsi in un certo modo non e' da 'figo'''.

Un dato sconfortante arriva dalla polizia stradale: la maggior parte delle multe per eccesso di velocita' viene contestato oppure viene indicato il nominativo di una persona ultrasessantenne: ''Non e' un caso che la media di coloro che cadono della rete dell'autovelox e' di 67 anni -dice Massimo Occello, direttore del servizio polizia stradale- questo significa che per evitare il ritiro della patente si fa ricorso, dicendo di non essere la persona al volante dell'auto in quel momento, oppure si individua un parente anziano''.

Il dirigente della polizia, inoltre, invita il Parlamento a varare presto una normativa che permetta agli agenti di identificare l'automobilista che guida in preda all'effetto degli stupefacenti, cosi' come gia' avviene per l'alcool.

(Rem/Gs/Adnkronos)