MICROCRIMINALITA': PARTE IL 'TRENO PER LE CITTA'' SICURE
MICROCRIMINALITA': PARTE IL 'TRENO PER LE CITTA'' SICURE

Roma, 4 mar. (Adnkronos) - Oltre 2.200.000 reati vengono commessi ogni anno. Una quantita' enorme di atti criminali che colpiscono i cittadini e rendono difficile e pericolosa la vita delle nostre citta'. Per arginare questo fenomeno e' stato organizzato dalla Confesercenti, in collaborazione con SOS Impresa, con l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il Patrocinato dei Presidenti delle Camere e di numerose regioni e grandi citta', 'il treno per le citta' sicure'. Il treno attraversera' dal 10 al 16 marzo tutta l'Italia da Catania e Milano.

Con questa iniziativa si cerchera' di sviluppare ed approfondire il tema della microcriminalita', della violenza urbana e dell'emarginazione sociale, del racket e dell'usura. In ogni citta' si svolgeranno dibattiti, verranno presentate indagini, studi e filamati con la partecipazione del Vice Presidente del Consiglio Veltroni, del Ministro dell'Interno napolitano, del Ministro delle Finanze Visco, del Ministro di Grazia e Giuatizia Flick e del Ministro delle Pari Opportunita' Finocchiaro. Verra' trasferito sul treno il numero verde di SOS Impresa 1678-62282 che nel solo 1996 ha registrato 1.500 telefonate di denuncia di usura, racket o di corruzione.

La finalita' dell'iniziativa, ha dichiarato il Segretario generale della Confesercenti Marco Venturi, e' quello di denunciare il peso della criminalita' diffusa che colpisce tutti i cittadini ed in particolare i commercianti, il 14,6% dei quali ogni anno subisce furti, rapine violenze ed ogni altra forma di criminalita' urbana.

(Stg/Gs/Adnkronos)