'NDRANGHETA: BANDA DEL RACKET, 9 ARRESTI A LAMETIA
'NDRANGHETA: BANDA DEL RACKET, 9 ARRESTI A LAMETIA

Catanzaro, 4 mar. (Adnkronos) - Con una vasta operazione denominata in codice ''Rinascita'' sono finite in carcere nove persone tutte appartenenti alla 'ndrangheta di Lametia Terme. Il blitz, condotto dagli uomini della squadra mobile della Questura di Catanzaro e del commissariato di Polizia di Stato di Lametia Terme, ha avuto luogo questa mattina alle prime ore dell'alba. Secondo quanto hanno riferito gli inquirenti, sarebbero stati catturati i vertici di una potente organizzazione dedita al racket delle estorsioni nei confronti di commercianti ed imprenditori del Lametino.

Tra gli arrestati il boss Nino Torcasio, ritenuto elemento di spicco del clan Torcasio-Giampa'-Cerra e sua madre, Teresina Cerra, considerata l'eminenza grigia e la ispiratrice delle azioni del clan. L'operazione e' il frutto di una serie di indagini iniziate nel dicembre scorso, successivamente al fallimento di un attentato intimidatorio ad un supermercato di Lametia Terme 'Oviesse'. In quell'occasione, esattamente la sera del 19 dicembre 1996, davanti alla serranda del supermercato, fu collocato un ordigno ad alto potenziale. L'ordigno non esplose solo per un difetto di accensione. L'attivita' investigativa avviata subito dopo il fallito attentato ha messo la polizia sulle traccia dell'organizzazione capeggiata da Torcasio.

Le indagini accertarono poi che le azioni criminali messe in atto dal clan si riferivano a numerosi episodi di intimidazione ai danni di imprenditori edili, commercianti del settore dell'abbigliamento, concessionari di automobili e titolari di supermecati.

(Com/Pe/Adnkronos)