STRAGI: CONCLUSA AUDIZIONE MALETTI A JOHANNESBURG
STRAGI: CONCLUSA AUDIZIONE MALETTI A JOHANNESBURG
DE LUCA, ''INFLUENZA CIA'' E ''FUMO SU STRAGI DI STATO''

Johannesburg, 4 mar. - (Adnkronos) - ''La Cia influenzava i servizi segreti italiani. L'Italia aveva campi di addestramento in Grecia ed il generale Miceli fungeva da trade-union tra questi due paesi. Il generale Mino fu vittima di un attentato, mentre l'appoggio degli Usa a Gelli mirava ad un sovvertimento non violento, per avere il controllo del Paese''.

Queste ed alre le rivelazioni che sarebbero emerse - secondo il racconto del senatore verde Athos De Luca- dall'audizione del generale Gian Adelio Maletti, capo reparto dell'ufficio ''D'' del Sid, davanti alla delegazione della commissione d'inchiesta parlamentare sulle stragi e sul terrorismo a Johannesburg. Audizione che si e' conclusa nella tarda serata di ieri e che e' durata oltre 13 ore.

''L'audizione, durata dalle 9 della mattina ininterrottamente sino alle 8 di sera -ha spiegato il senatore Athos De Luca, membro della delegazione- ha consentito ai componenti della commissione di raccogliere circa 300 pagine di documentazione. Le dichiarazioni di Maletti verranno rese pubbliche ed inviate alla magistratura dopo essere state sbobinate.

''Il generale Maletti, nella sua audizione, avrebbe confermato -racconta De Luca- l'influenza della Cia sui servizi segreti italiani negli anni in cui egli era responsabile. Il generale ha anche citato fatti specifici, come i nomi di strani personaggi che contattavano gli ufficiali dei servizi italiani''. (segue)

(Zad/Zn/Adnkronos)