OLIMPIADI 2004: CIO PUNIRA' VIOLAZIONI CON SQUALIFICA CITTA'
OLIMPIADI 2004: CIO PUNIRA' VIOLAZIONI CON SQUALIFICA CITTA'

Losanna, 10 mar. (Adnkronos/dpa) - Il Comitato olimpico internazionale (Cio) ha ammmonito le cinque citta' ancora in competizione per l'organizzazione dei Giochi Olimpici del 2004 che, qualsiasi violazione delle regole della ''famiglia olimpica'', sara' punita con l'esclusione dal lotto delle cinque finaliste.

Il vicepresidente del massimo organismo olimpico, lo svizzero Marc Hodler, ha trasmesso personalmente le regole della ''famiglia olimpica'' ai rappresentanti di Atene, Buenos Aires, Citta' del Capo, Roma e Stoccolma. ''Il Comitato esecutivo del Cio ha il diritto di rendere pubblica qualsiasi violazione alle regole della ''famiglia olimpica'' e raccomandare all'Assemblea generale del Cio, di escludere la citta' che ha violato le norme'', recita il comunicato pubblicato dal Cio.

Tra le cose espressamente proibite alle citta' candidate inviare rappresentanti per contatti 'personali' presso i membri del Cio e organizzare 'ricevimenti' in loro onore. Sono invece permesse visite di tre o quattro giorni dei 111 membri del Cio nelle cinque citta' in competizione, ma devono essere notificati alla sede del Cio di Losanna.

(Rip/Gs/Adnkronos)