CHIERICHETTI: PER ''FAMIGLIA CRISTIANA'' SONO SORPASSATI
CHIERICHETTI: PER ''FAMIGLIA CRISTIANA'' SONO SORPASSATI
NON SERVE AGGIORNARE IL RITO CHIAMANDO LE BAMBINE

Roma, 11 mar. - (Adnkronos) - I chierichetti? Sono sorpassati e non serve aggiornare la loro funzione chiamando soprattutto le bambine a servire la messa. ''La presenza di bambini e bambine a fianco del sacerdote poteva avere una certa utilita' nel passato'', ma con la riforma liturgica ''diventa un elemento decorativo''. Cosi' si esprime il teologo e liturgista padre Rinaldo Falsini sul nuovo numero di ''Famiglia cristiana''.

L'argomento e' affrontato sul prossimo numero del settimanale, grazie ai dubbi sollevati da un lettore stupito perche' durante una messa aveva visto un sacerdote attorniato da quattro chierichetti, dei quali tre erano bambine. ''Anche le cose piu' belle e significative possono degenerare nel folclore e nella banalita''', scrive padre Falsini a proposito del ''caso emblematico'' denunciato dal lettore.

Il vero problema, sottolinea pero' il teologo, non sta tanto nella scelta di un numero pari di bambini e bambine da impiegare nel servizio all'altare, quanto nello scegliere le ''persone idonee, preparate tecnicamente e spiritualmente, evitando ogni improvvisazione o favoritismo''. Per questo, ad esempio, alcune funzioni, come quella di leggere le letture bibliche durante la messa, ''non possono essere affidate ai bambini perche' esigono la conoscenza e la comprensione di cio' che si legge''. La rivista consiglia, quindi, di fare a meno per quanto possibile dei servizi resi dai bambini per far apparire intorno all'altare adulti coscienti del loro ruolo: ''Accogliamo pure i piccoli, ma non dimentichiamo che le funzioni devono essere esercitate da persone competenti e preparate''.

(Pam/Zn/Adnkronos)