PAPA: AGGIORNA IL 'MINISTERO DELLA MARINA' DELLA CHIESA
PAPA: AGGIORNA IL 'MINISTERO DELLA MARINA' DELLA CHIESA
ASSISTE SPIRITUALMENTE 50 MILIONI DI MARINAI

Citta' del Vaticano, 11 mar. - (Adnkronos) - Il Papa aggiorna l'Apostolato del Mare, il ''ministero della marina'' della Chiesa. Una struttura creata per dare assistenza spirituale agli oltre 50 milioni di marittimi nel mondo (se si includono i familiari la cifra raggiunge il record di 300 milioni di persone). Con un ''Motu proprio'', Giovanni Paolo II, ha infatti emanato nuove norme per regolare l'attivita' e gli obblighi dei cappellani.

Riconoscendo importantissima la missione di questi sacerdoti, il Papa, tra i vari punti del documento, ha esortato ogni Conferenza episcopale ad affidare ad un vescovo l'incarico di seguire esplicitamente il settore. I marittimi -marinai, pescatori, allievi di istituti nautici, portuali, tecnici di piattaforme petrolifere- ''sono un popolo nomade -ha spiegato monsignor Francesco Gioia, segretario del Pontificio consiglio della pastorale per i migranti ed itineranti-. A differenza degli zingari i marittimi non hanno una comunita' ben identificata: l'individuo rischia di essere isolato. Se non sono in navigazione approdano nei porti, ma solo per poche ore''. (segue)

(Gia/Zn/Adnkronos)